Diamo fiducia a nuovi talenti


© 2019 - Impressum

“Sangue sporco” di Enrica Aragona è un romanzo che non fa sconti, in cui l’intensità del racconto e la potenza delle immagini restano impressi nella memoria del lettore come una cicatrice.
Roma, fine degli anni Settanta. Il padre di Scilla ha sempre sognato per sé, la moglie e la bambina una casa popolare. Quando però finalmente la famiglia ne ottiene una, il sogno si trasforma presto in incubo. Quella striscia di terra e cemento ai margini della Capitale è infatti un quartiere abbruttito, violento e rabbioso. La piccola Scilla, che ha appena quattro anni, fa amicizia con Renata, una bimba di due anni più grande, che vive nel suo stesso palazzo. Renata e Scilla cresceranno insieme, maturando un legame sempre più stretto e non privo di desiderio. Ma si può vivere nello squallore senza esserne toccati?
“Sangue sporco” di Enrica Aragona è un romanzo dalla grande forza, che racconta la periferia e l’adolescenza, con rara sensibilità.